Attività e progetti

Dichiarazione di Helsinki: il commento di Silvio Garattini, farmacologo

Nell’ottobre di quest’anno si è conclusa la revisione della Dichiarazione di Helsinki, una specie di grande Codice promosso dall’Associazione Medica Mondiale che riguarda i principi etici che devono essere alla base della ricerca medica sull’uomo.

I risultati sono nel complesso deludenti perché – nonostante la lunga discussione che ha preceduto la seduta finale – alcune modifiche non sono state accettate, mentre altri suggerimenti non sono stati tradotti nel testo della Dichiarazione.

Inserito da Anna Roberto il Mar, 12/11/2013 - 15:29

Dichiarazione di Helsinki: il commento di Micaela Ghisleni, bioeticista

Quest’anno ricorre il cinquant’esimo anniversario della Dichiarazione di Helsinki. In questa occasione la Dichiarazione è stata prima sottoposta dall’Associazione Medica Mondiale ad una consultazione pubblica per la sua revisione periodica, aperta non solo a medici ma anche ad avvocati, bioeticisti, infermieri, associazioni di malati, ed è stata ora pubblicata nella sua ultima versione, quella di Ottobre 2013 (http://www.partecipasalute.it/cms/files/Dichiarazione%20di%20Helsinki.pd...).

Inserito da Anna Roberto il Lun, 11/11/2013 - 18:23

Dichiarazione di Helsinki: 50 anni dopo

Cinquanta anni e 7 revisioni dopo, la Dichiarazione di Helsinki - uno dei documenti cardine sui principi etici della ricerca clinica – riporta diverse modifiche affrontando i temi più attuali della ricerca. Questa dichiarazione, nata a seguito di abusi sui soggetti umani coinvolti nella ricerca, stabilisce i principi etici e fornisce indicazioni su come condurre la ricerca medica in cui siano coinvolti soggetti umani.

Inserito da Anna Roberto il Ven, 08/11/2013 - 17:35

Comitati Etici: una presa di posizione sulla riorganizzazione

Nell’ambito di un incontro, svoltosi a Trento lo scorso 1° marzo 2013, i rappresentanti di alcuni Comitati etici italiani che si occupano di ricerca clinica (CE) hanno avuto modo di confrontarsi sui temi del ruolo dei CE e della riorganizzazione prevista dai recenti provvedimenti, in particolare la Legge 8 novembre 2012, n. 189 e lo “schema di Decreto ministeriale concernente i criteri per la composizione dei CE ed il loro funzionamento” – successivamente approvato dal Ministero della Salute e pubblicato sulla G.U. n.

Inserito da Anna Roberto il Mer, 29/05/2013 - 18:14

Sperimentazione clinica: si muove l’Europa

Dallo scorso aprile è pubblicata sul sito dell’AIFA la “Proposta di regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio concernente la sperimentazione clinica di medicinali per uso umano, e che abroga la direttiva 2001/20/CE” ed è in corso una pubblica richiesta di commenti e suggerimenti (http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/regolamento-europeo-sulla-sp...).

Inserito da Anna Roberto il Gio, 09/05/2013 - 17:13

Comunicare i costi delle cure: il documento del CNB

Da marzo 2012 la Regione Lombardia rende obbligatorio informare i cittadini/pazienti sui costi delle cure ricevute, cioè come da delibera (1): “i cittadini siano informati sui costi, intendendo con ciò i rimborsi corrisposti alle strutture, che il Servizio Sanitario Regionale sostiene per le attività di ricovero e di specialistica ambulatoriale di cui i cittadini hanno usufruito”.

Inserito da Anna Roberto il Ven, 12/10/2012 - 15:04

Carta dei Servizi: a che punto siamo

Il modello di un cittadino/paziente informato e consapevole è ormai riconosciuto a tutti i livelli ma tra il dire e il fare, come sempre, c’è di mezzo il mare. Così è, ad esempio, per la Carta dei Servizi - da definirsi come un patto con i cittadini per informarli preventivamente su standard dei servizi, su modalità con cui vengono erogate le prestazioni e su comportamento da adottare nel caso non siano rispettati gli impegni assunti (*) - ancora spesso confusa tra “Carta Regionale dei Servizi” e dépliants informativi/pubblicitari!

Inserito da Anna Roberto il Ven, 06/07/2012 - 12:10

Consenso informato: ma non dovevamo non pensarci più?

Come il leitmotiv di una famosa canzone, non si è mai spento il dibattito sul tema della nota informativa al consenso informato. La legge lo richiede, il clinico (o più spesso il promotore) lo scrive, il paziente lo legge ma nessuno ne è pienamente soddisfatto, in particolare quando si parla di partecipazione a studi clinici controllati.

Inserito da Anna Roberto il Gio, 12/04/2012 - 16:23

Codici bianchi/verdi: tra Pronto Soccorso e Medicina Generale

Le vicende di questi giorni riguardanti i reparti di Pronto soccorso degli ospedali, stanno suscitando polemiche sulla Medicina Generale, ritenuta inefficiente o latitante nell’occuparsi di pazienti che affollano i reparti come codici bianchi e verdi. E’ curioso (a voler essere buoni, perché è in realtà un errore grossolano) che l’efficienza della MG si valuti in base a quanti ne arrivano al P.S., senza chiedersi di che percentuale si tratti rispetto al numero complessivo di pazienti visti e trattati dai medici di famiglia.

Inserito da Anna Roberto il Mar, 28/02/2012 - 10:18

Donne, pillola del giorno dopo e obiezione di coscienza

La rivendicazione da parte di alcuni farmacisti del diritto di fare obiezione di coscienza alla vendita della pillola del giorno dopo è al centro di un dibattito che tocca diversi aspetti: si tratta di un farmaco abortivo o contraccettivo? Quando è lecita l'obiezione di coscienza? Il farmacista ha il ruolo e le competenze per fare obiezione, a fronte di una prescrizione medica? Viene reso impossibile alla donna esercitare un proprio diritto?

Inserito da Anna Roberto il Mar, 08/03/2011 - 14:02