dolore (ossa, articolazioni e muscoli)

L’efficacia dei trattamenti topici per la cura del dolore locale

Gel, creme e spray che contengono antidolorifici come ibuprofene, diclofenac, ketoprofene e piroxicam sono sicuri ed efficaci per trattare il dolore locale, secondo quanto sostengono i ricercatori Cochrane. Una nuova revisione sistematica dimostra infatti che i farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) a uso locale sono più efficaci del placebo nel trattamento del dolore, e hanno pochi effetti collaterali.

Inserito da redazione il Mer, 16/06/2010 - 23:24

Associazione Nopain Onlus

Inserito da Daniele Banfi il Mar, 15/06/2010 - 17:54

Il difetto metodologico di uno studio fa danni sulla pelle dei malati: il caso gabapentin

 

Fonte: Vedula SS, Bero L, et al. Outcome reporting in industry-sponsored trials of gabapentin for off-label use. N Engl J Med 2009;361:1963-71.

Chi ricerca trova: un conto è disegnare uno studio sperimentale definendone a priori gli esiti, un altro è avviarlo, condurlo a termine e scegliere a posteriori i risultati interessanti da comunicare. La prima scelta è quella giusta, ma può deludere, la seconda qualche soddisfazione la darà sempre, ma è tutt'altro che corretta.

Inserito da Maria Rosa Valetto il Ven, 18/12/2009 - 16:51

Il potenziamento muscolare progressivo aiuta gli anziani nelle attività quotidiane

Referenza completa: Liu CJ, Latham NK. Progressive resistance strength training for improving physical function in older adults. Cochrane Database of Systematic Reviews 2009, Issue 3. Art. No.: CD002759. DOI: 10.1002/14651858.CD002759.pub2

Inserito da redazione il Mar, 15/09/2009 - 16:04

Usare creme o gel rubefacenti può dare sollievo dal dolore?

Matthews P, Derry S, Moore RA, McQuay HJ. Topical rubefacients for acute and chronic pain in adults. Cochrane Database of Systematic Reviews 2009, Issue 3. Art. No.: CD007403. DOI: 10.1002/14651858.CD007403.pub2. 

Inserito da redazione il Mar, 15/09/2009 - 15:47

Terapie cognitive per il dolore

Terapia Cognitivo Comportamentale e Terapia Comportamentale: effetti nel trattamento del  dolore cronico

Una revisione sistematica Cochrane riporta che la terapia cognitiva comportamentale (TCC) e la terapia comportamentale (TC) sono efficaci nella cura delle manifestazioni che accompagnano il dolore cronico.

Inserito da redazione il Ven, 01/05/2009 - 23:39

Un farmaco per la claudicazione

Claudicazione intermittente: meno dolori con il Naftidrofurile

Fonte
TLM De Backer et al. Naftidrofuryl for intermittent claudication. Cochrane Database of Systematic Reviews 2008, Issue 2.

Inserito da redazione il Mer, 30/04/2008 - 00:56

L'antidepressivo non risolleva dal mal di schiena

Non ci sono prove che gli antidepressivi siano di aiuto nella gestione del mal di schiena cronico

Fonte
Urquhart DM et al.. Antidepressants for non-specific low back pain. Cochrane Database of Systematic Reviews 2008, Issue 1.

Inserito da redazione il Lun, 25/02/2008 - 18:31

Insieme per evitare il dolore inutile

Scarsa formazione del paziente alla gestione del dolore, scarsa formazione del personale sanitario alla terapia, mancato accesso alle terapie e scarsa informazione sul diritto a non soffrire: sono questi i principali ostacoli a un adeguato trattamento del dolore cronico denunciati da 21 delle 30 associazioni comprese nel Coordinamento nazionale delle associazioni di malati cronici-Cittadinanzattiva.

E’ quanto emerge dal “Rapporto sulle politiche della cronicità 2006” redatto dal Coordinamento e presentato al pubblico il 6 ottobre scorso a Roma, quando è stato firmato un protocollo di intesa tra Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato con, separatamente, la Società italiana di medicina generale (SIMG) e con l’Ipasvi-Federazione nazionale collegi infermieri.

Inserito da redazione il Gio, 09/11/2006 - 01:00

Un po’ di cemento è il dolore non c’è più

Via il dolore e via il bastone sono i risultati che si attende chi, colpito da malattie o traumi, si affida nelle mani dei chirurghi ortopedici.

Quando un bisogno si manifesta costante e impellente, l’offerta si attrezza. In due modi: proponendo nuovi interventi oppure aggiornando le tecniche tradizionali in modo da rendere meno traumatici gli interventi. Le ultime novità del mercato, pubblicizzate direttamente su siti internet delle cliniche e presentate ai congressi degli specialisti, sono due: una operazione che rinsalda lo schiacciamento delle vertebre (origine di mal di schiena) e un intervento di chirurgia «mininvasiva» per la protesi d’anca.

Inserito da Sergio Cima il Lun, 03/10/2005 - 00:00