sclerosi multipla

Sclerosi multipla: la rivoluzione della “liberazione”

La sclerosi multipla rappresenta ancora oggi una vera e propria incognita. La comunità scientifica internazionale la classifica come una malattia neurologica, perché colpisce cervello e midollo spinale (con terribili conseguenze per i malati, che hanno in genere tra i 20 e i 60 anni), ma poco o nulla si sa sulla sua origine. “Si suppone - recitano i manuali di medicina - che sia dovuta ad un meccanismo immunologico”. Ipotesi insomma, nulla di più.

Inserito da Elisa Buson il Ven, 30/07/2010 - 15:33

Voci dal mondo della sclerosi multipla

«Se stai bene sei su un treno che viaggia a 200 all'ora, impieghi poco tempo per arrivare da una città all'altra, ma non hai vissuto niente... Avere la sclerosi multipla vuol dire andare con un accelerato, facendo lo stesso percorso a 40-50 all'ora, quindi impiegare molto di più, ma per la stessa ragione avere il tempo per guardare bene intorno, per poter osservare e percepire quelle cose che prima non avresti visto a causa della velocità». Sono le parole di uno dei tanti malati di sclerosi multipla le cui testimonianza

Inserito da Marzia Pesaresi il Gio, 11/12/2008 - 13:12

NATALIZUMAB - sclerosi multipla

RUOLO INCERTO

Inserito da redazione il Ven, 16/11/2007 - 19:29

Revisione Cochrane sulla sclerosi multipla

Le revisioni Cochrane pubblicate in questa pagina:

Inserito da redazione il Gio, 08/02/2007 - 11:38

«Lei ha la sclerosi multipla»: i medici imparano a dirlo

Comunicare la diagnosi di una malattia grave e invalidante come la sclerosi multipla richiede competenze specifiche di cui i medici sentono sempre più la necessità.

Inserito da redazione il Mar, 10/10/2006 - 00:00

Vaccino antitubercolare BCG e sclerosi multipla

Nei paesi industrializzati è ormai evidente la tendenza a un costante aumento della frequenza delle malattie autoimmunitarie, tra cui la sclerosi multipla. Le ragioni di questa tendenza non sono perfettamente definite: una delle ipotesi più accreditate, però, sostiene che questo avverrebbe perché in questi paesi la popolazione è meno esposta ad agenti infettivi, grazie al notevole miglioramento delle condizioni igieniche e alla diffusione di antibiotici.

Inserito da redazione il Gio, 06/07/2006 - 00:00

Sclerosi: la risonanza magnetica attrae i pazienti, non le diagnosi

Fonte
Whiting P et al. BMJ 2006; 332: 875

La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria cronica del sistema nervoso. Per una diagnosi completa occorre che il medico rilevi la presenza di lesioni al sistema nervoso e possa invece escludere altre condizioni infiammatorie che possono determinare sintomi molto simili. A oggi comunque la diagnosi di sclerosi multipla è soprattutto clinica: cioè basata sulla rilevazione di sintomi talvolta vaghi, che possono riferirsi a numerose altre malattie. Quindi è frequente che un malato riceva la diagnosi corretta molto tempo dopo la comparsa dei primi sintomi.

Inserito da redazione il Sab, 01/07/2006 - 00:00

Il filo di ARIANNA contro la sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune che colpisce il sistema nervoso centrale e in particolare la guaina di mielina che avvolge le fibre nervose. In Italia, soffrono di questa malattia cronica circa 52.000 persone e ogni anno si verificano 1.880 nuovi casi. Non esiste ancora una terapia definitiva per combattere la sclerosi multipla, ma è comunque possibile intervenire con farmaci in grado di ritardarne la progressione: si tratta in particolare di immunomodulanti come l’interferone beta e il glatiramer e di immunosoppressori come l’azatioprina e il mitoxantrone.

Ovviamente, tutto ciò non basta: da qui il costante sforzo della ricerca nello sviluppo di nuovi approcci terapeutici in grado di modulare l’azione del sistema immunitario, modificando così il decorso della malattia.

Inserito da redazione il Ven, 17/03/2006 - 01:00

Gli alti e bassi del vaccino per l'epatite B

Fonti
Ascherio A et al. N Engl J Med 2001; 344: 327
Hernán MA et al. Neurology 2004; 63: 838
Beeching JN. BMJ 2004; 329: 1059

Inserito da redazione il Mer, 24/11/2004 - 01:00