informazione

Conoscenza, accesso libero

Fonte
Coombes R. Who are the doctor bloggers and what do they want? BMJ  2007; 335: 644

Accedere a materiale non filtrato, inserire commenti istantanei e condividere informazioni con una ristretta comunità: questi sono, secondo un articolo pubblicato dal British Medical Journal nel 2007, i motivi per cui i blog riscuotono un successo sempre maggiore tra i medici.

Inserito da redazione il Mer, 05/11/2008 - 14:46

Al giornalista non far sapere quant’è buona la SARS se va in Tele…

Fonte
Bomlitz, Brezis. Mispresentation of health risks by mass media". Journal of Public Health 2008; 30 (2): 202.

Inserito da redazione il Mar, 14/10/2008 - 23:12

Carta dei servizi: un aggiornamento

Inserito da redazione il Mar, 23/09/2008 - 15:01

Salute, questione di buona educazione

Chi educa alla salute? Chiunque esso sia non riesce a fare un buon lavoro visto che è credenza diffusa che la salute dipenda in gran parte dal sistema sanitario e dall'assistenza che esso offre. Al contrario solamente il 10 per cento di essa dipende dalle buone cure, il 30 è determinato dalla predisposizione genetica, il 15 dalle circostanze sociali, il 5 dall'esposizione ambientale e ben il 40 dai comportamenti individuali, fra i quali in primo luogo l'abitudine al fumo, l'attività fisica e l'alimentazione (e, di conseguenza l'eventuale obesità).

Inserito da redazione il Mar, 02/09/2008 - 16:00

Dottore, metta lei una buona parola!

Fonti
BMJ 2008 336: 1402
JAMA 2008 299: 2893

Inserito da Marzia Pesaresi il Mar, 02/09/2008 - 12:05

Quanto vale un sano malato?

E' stata chiamata "la clinica dell'orrore". Un medico - intercettato al telefono - invita a "fare i conti" nel decidere la terapia. Un polmone operato rende piu' di una mammella, e un intervento chirurgico in piu', anche se non necessario, e' sempre un guadagno...

Inserito da Sergio Cima il Ven, 04/07/2008 - 14:10

Trial interruptus

Capita sempre più spesso che la sperimentazione di un nuovo farmaco venga interrotta perché il beneficio che produce appare evidente prima del termine previsto. Ciò accade soprattutto in oncologia, dove negli ultimi tre anni gli stop precoci sono aumentati del 50%. Sembra una buona notizia, quasi la conferma che si sia imboccata la strada giusta nella lotta contro il cancro con le nuove molecole biologiche “intelligenti”. Invece sugli Annals of Oncology ricercatori italiani dell'Agenzia del farmaco e del Mario Negri

Inserito da redazione il Gio, 03/07/2008 - 23:00

Google Health e le cartelle sanitarie on line: una nuova sfida per Google

Dopo un anno e mezzo necessari per il suo sviluppo, e dopo i ripetuti annunci che si sono susseguiti nel corso degli ultimi mesi e che hanno contribuito a creare quel clima di attesa che circonda i più noti fenomeni mediatici, lunedì 19 maggio è stato finalmente lanciato Google Health, il servizio basato sul web per la gestione delle cartelle sanitarie personali (PHR) (1,2).

Inserito da redazione il Mer, 25/06/2008 - 11:22

Benvenuti nella giungla di internet, purché siate attrezzati

Con il web 2.0 si moltiplicano strumenti e spazi per trovare informazioni di salute, gestire i propri dati sanitari, discutere e scambiarsi esperienze. Servono però i filtri per raccogliere le informazioni migliori, basate sulle prove di efficacia.

Inserito da redazione il Lun, 23/06/2008 - 16:57

Malati e ricercatori alleati contro il tumore gastrointestinale

Interessi condivisi tra pazienti e ricercatori: l’esempio delle interazioni tra farmaci nei pazienti GIST

Inserito da redazione il Lun, 23/06/2008 - 16:49