conflitto di interessi in medicina

Le (antibiotico) resistenze pericolose

Fonti
JAMA 2005, 294:2315-22;
JAMA 2005.294:2354-6;
BMJ 2005,330:426-7.

Appropriatezza nella prescrizione dei farmaci. E' questa la bandiera che l'Agenzia italiana del farmaco, l'ente preposto al controllo dei farmaci nel nostro paese, sventola giustamente a garanzia del cittadino. Può sembrare a prima vista un concetto astruso per chi non se ne occupa di mestiere, ma così non è: basta passare dalla teoria alla pratica con un esempio per capire di che cosa si tratta.

Inserito da redazione il Mer, 12/04/2006 - 23:00

Ciak, si fuma!

Fonti
BMJ 2006.332:440;
Ng C, Dadake B. Tobacco at the movies.
http://masspirg.org/reports/TobaccoattheMovies.pdf

Il matrimonio tra Hollywood e l’industria del tabacco sembra vivere una seconda luna di miele. Era dagli anni Cinquanta, infatti, che non apparivano tante “bionde” sul grande schermo, in particolare nelle pellicole più gettonate dagli adolescenti.

A lanciare l’allarme è Staton Glantz, direttore del Tabacco Control Research and Education della University of California, che ha analizzato tutti i film di maggior successo degli ultimi decenni e ha confrontato la frequenza delle scene in cui gli attori sono ripresi mentre fumano. Il risultato della ricerca? Secondo il professore di San Francisco autore di The cigarette papers (il libro scritto nel 1994 grazie al “pentimento” di un dipendente della Philip Morris, che depositò davanti all’uscio di casa di Glantz uno scatolone con oltre 4.000 documenti riservati) e famoso per le sue prese di posizione contro le case produttrici di tabacco, le sigarette accese sul set sarebbero in forte aumento da qualche anno a questa parte.

Inserito da redazione il Mer, 22/03/2006 - 00:00

Guerra preventiva all’ipertensione

Fonte
Stevo J et al. N Engl J Med 2006; 10,1056/NEJMoa060838
Tunstall-Podoe H et al. BMJ 2006; doi:10.1136/bmj.38753.77900

Prendere farmaci per tenere bassa la pressione prima che diventi «pressione alta» (ipertensione) può abbassare il rischio di avere la pressione alta ma bisogna continuare a prendere il farmaco.

Come dire: adesso stai bene, ma può darsi il caso che in futuro il tuo rischio di avere un infarto aumenti. Se però prendi questo farmaco da adesso e per tutta la vita terrai basso questo rischio. In definitiva potresti comunque avere un infarto.

Inserito da redazione il Sab, 18/03/2006 - 00:00

Pharma Fiction

Fonti
Lenzer J. BMJ 2005; 331:1103
The Washington Post , 20/10/2005
http://www.thekarasikconspiracy.com/

Intrighi, terroristi e farmaci avvelenati: questi gli ingredienti del thriller pubblicato lo scorso dicembre negli Stati Uniti che ha scatenato un putiferio (oltre a essere finito in tribunale) e che dimostra quanto la realtà, certe volte, superi la fantasia. Forse The Karasik conspiracy – questo il titolo del romanzo – non sarà mai un bestseller, ma un primato lo detiene: è il primo libro (per quanto se ne sappia) voluto e ideato dalle case farmaceutiche statunitensi per contrastare il crescente acquisto di farmaci canadesi via internet.

Inserito da redazione il Mer, 22/02/2006 - 00:00

Sponsorizzazioni respinte al mittente

Fonte
Sheldon T. BMJ 2006; 332: 6

La Isreal Cancer Association ha chiesto un emendamento alla bozza della Convenzione per il controllo del tabacco elaborata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per impedire che la ricerca medica possa ricevere finanziamenti dalle industrie produttrici di sigarette.

Attualmente non esiste nessuna legge contro questo tipo di sovvenzioni, anche se numerose istituzioni si sono autoimposte alcune restrizioni. Nemmeno la convenzione dell’OMS sembra voler colmare questo vuoto legislativo, dato che nessuno dei suoi articoli proibisce o pone dei limiti a questa pratica. Per questo l’associazione israeliana chiede l’appoggio dei quasi 120 paesi che in febbraio invieranno i loro delegati a Ginevra per la ratifica del documento.

Inserito da redazione il Mer, 01/02/2006 - 00:00

Tra industria farmaceutica e associazioni di pazienti un rapporto da regolamentare

Dal primo gennaio 2006 è diventato effettivo nel Regno Unito il nuovo codice di condotta definito dall’Associazione delle industrie farmaceutiche britanniche (ABPI; Day 2006) secondo cui ogni industria dovrà dichiarare i nomi delle associazioni di pazienti e consumatori che sosterrà con finanziamenti.

Nel frattempo l’industria farmaceutica australiana ha definito una serie di suggerimenti rivolti alle aziende produttrici di farmaci per lavorare più a stretto contatto con il volontariato che si occupa di salute, per ottenere da questo rapporto il maggior beneficio possibile (Spurgeon 2005).

Inserito da redazione il Gio, 19/01/2006 - 00:00

I conflitti delle linee guida

Fonti
Nature 2005; 437: 1070-1;
BMJ 2005; 331: 982

Inserito da redazione il Gio, 19/01/2006 - 00:00

FDA: standard troppo bassi?

Fonti
Avorn J. N Engl J Med 2005; 353: 969
Markel H. JAMA 2005; 294: 2489
et al. Nature 2005; 437: 606

Inserito da redazione il Mar, 06/12/2005 - 00:00

Malaria: brevetti e insuccessi

Fonti
Lancet, 2005: 365: 1439
New York Times, 2005, Oct 16
Comunicato stampa di Medici senza frontiera http://www.msf.it/msfinforma/comunicati_stampa/18042005.shtml

Sette anni fa l’Organizzazione mondiale della sanità presentava in pompa magna Roll Back Malaria, un ambizioso programma di lotta alla malaria che si prefiggeva di dimezzare, entro il 2010, l'elevatissimo numero di vittime.

Inserito da redazione il Mar, 08/11/2005 - 00:00

Pesticidi a colazione

Fonti
Nature 2005, 437: 24-25;
-Boxer B, Waxman H. Human pesticide experiments, June 2005. United Sates Senate.

Inserito da redazione il Mar, 25/10/2005 - 23:00