conflitto di interessi in medicina

I medici dovrebbero studiare il conflitto di interesse all'università

 

I futuri medici devono essere sensibilizzati al conflitto di interesse ... fin da piccoli, cioè già  durante il percorso di formazione universitario e comunque ben prima di giungere all'esercizio della professione. Ormai accertata l'esistenza di questo ingombrante problema per i professionisti della salute, l'attenzione si sta spostando sugli studenti delle Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Inserito da Maria Rosa Valetto il Mar, 26/01/2010 - 17:42

Si può rinunciare alla ricerca sponsorizzata?

Fonte
Goldacre B. Is the conflict of interest unacceptable when drug companies conduct trials on their own drugs? Yes. BMJ 2009;339: b4949. DOI: 10.1136/bmj.b4949

Probabilmente non si troverà mai una risposta univoca e condivisa dalla comunità scientifica, come dimostra un dibattito pubblicato sul British Medical Journal. Ben Goldacre, medico e scrittore, e Vincent Lawton, direttore della Medicines and Healthcare products Regulatory Agency di Londra, sono di pareri opposti e ciascuno sostenuto da valide ragioni.

Inserito da Maria Rosa Valetto il Mar, 22/12/2009 - 17:58

La proposta per i pazienti partecipanti alla ricerca


Inserito da Maria Rosa Valetto il Ven, 11/12/2009 - 11:43

La sconfitta del conflitto?

Fonti
Rothman DJ, McDonald WJ, et al. Professional medical associations and their relationships with industry a proposal for controlling conflict of interest. JAMA 2009; 301:1367-72.
Weinfurt KP, Mark A, et al. Disclosure of financial relationships to participants in clinical research. NEJM 2009;361:916-21.

Inserito da Maria Rosa Valetto il Dom, 22/11/2009 - 14:51

Un formato per i conflitti di interesse

0 false 14 18 pt 18 pt 0 0 false false false

Inserito da Maria Rosa Valetto il Lun, 02/11/2009 - 18:12

Disease mongering. La società odierna è troppo medicalizzata

Se non si tratta del classico espediente del termometro messo sul calorifero per simulare una febbre che permette di restare a casa da scuola, poco ci manca...

Inserito da Gabriele Rebuscelli il Mer, 02/09/2009 - 16:43

Pubblicità ai farmaci. Una volta si chiamava réclame

La pubblicità è l'anima del commercio e lo si deduce da quanto spendono le Aziende in marketing. Solo negli Stati Uniti, nel 2004, sono stati spesi circa 60 miliardi di $ (1), una cifra enorme se paragonata ai 12 miliardi di $ dei fondi destinati alla cooperazione sanitaria internazionale (2)...
Inserito da redazione il Lun, 31/08/2009 - 09:30

Non è ancora tempo di statine da banco

Fonte
Tinetti ME. N Engl J Med 2008; 358: 2728
Nag SS. Am J Cardiol 2005; 95: 862
Melin JM. Am J Cardiol 2004; 94: 1243

Il fai da te con le statine non convince l'FDA. L'ente regolatore statunitense, infatti, ha rigettato per la terza volta la domanda presentata dalla Merck di includere la lovastatina tra i farmaci da banco.

Inserito da Marzia Pesaresi il Mer, 05/11/2008 - 15:44

Dottore, metta lei una buona parola!

Fonti
BMJ 2008 336: 1402
JAMA 2008 299: 2893

Inserito da Marzia Pesaresi il Mar, 02/09/2008 - 12:05

Trial interruptus

Capita sempre più spesso che la sperimentazione di un nuovo farmaco venga interrotta perché il beneficio che produce appare evidente prima del termine previsto. Ciò accade soprattutto in oncologia, dove negli ultimi tre anni gli stop precoci sono aumentati del 50%. Sembra una buona notizia, quasi la conferma che si sia imboccata la strada giusta nella lotta contro il cancro con le nuove molecole biologiche “intelligenti”. Invece sugli Annals of Oncology ricercatori italiani dell'Agenzia del farmaco e del Mario Negri

Inserito da redazione il Gio, 03/07/2008 - 23:00