«Medico e farmacista non facciano comunella». Parola di Federico II