Sclerosi multipla, esercizio fisico: semplice, sicuro, efficace?

Fare esercizio fisico può ridurre la fatigue nelle persone con sclerosi multipla, in particolare fare esercizi di allenamento alla resistenza, forme miste di allenamento, e altre forme come yoga o esercizi per l’equilibrio. E’ quanto emerge da una recente revisione Cochrane. La fatigue interessa oltre l’80% delle persone con sclerosi multipla ed è spesso percepito come uno dei sintomi più invalidanti. E’ la terza priorità di ricerca identificata dall’associazione di pazienti inglese MS Society in un progetto con la James Lind Alliance, organizzazione che definisce priorità per la ricerca insieme alle associazioni di pazienti. “Quali trattamenti sono efficaci per curare la fatigue?” questa è stata la domanda. A questa domanda rispondono le pagine del sito Partecipsalute dedicate alla fatigue nelle persone con sclerosi multipla, come parte del progetto IN–DEEP (http://indeep.istituto-besta.it/).

Cinzia Colombo a nome del Gruppo di lavoro
IRCCS-Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Clicca qui per entrare nelle pagine dedicate alla fatigue

 

Questa sezione del sito PartecipaSalute, dedicata alla fatigue nelle persone con sclerosi multipla, fa parte del progetto IN-DEEP - Integrare le esperienze e le preferenze dei pazienti con sclerosi multipla con i risultati della ricerca scientifica per sviluppare informazioni sulla salute utili per decisioni informate e condivise (http://indeep.istituto-besta.it/index.html).

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra ricercatori, neurologi, persone con sclerosi multipla, loro familiari e associazioni di pazienti e si è svolto in parallelo in Italia e in Australia (http://indeep.istituto-besta.it/chisiamo.html). E' stato promosso da Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta, IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e il Centre for Health Communication and Participation dell’Università La Trobe in Australia, e con altri gruppi di ricerca e di pazienti.

Il progetto italiano è stato finanziato da un bando della Fondazione italiana sclerosi multipla (FISM) del 2010.

 

Per saperne di più:

- http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/1936
- http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/1799
- https://www.mssociety.org.uk/ms-research/how-we-decide-what-we-fund/Setting-MS-research-priorities
- http://www.evidentlycochrane.net/fatigue-in-people-with-ms-can-exercise-help/?utm_source=evidently%20cochrane&utm_medium=social%20media&utm_content=blog&utm_campaign=MSfatigue

 

Ultimo aggiornamento: 16/11/2015

Inserito da Anna Roberto il Lun, 16/11/2015 - 11:10