Research4Life: una firma per la ricerca sulla sperimentazione animale

Qualche settimana fa è stato presentato ufficialmente in Senato il progetto Research4life. Nato nel 2015 dall’incontro di diverse realtà coinvolte nel panorama della ricerca biomedica italiana (enti di ricerca, ospedali, organizzazioni non profit, università, industrie e associazioni di pazienti), il progetto aspira a creare uno spazio online in cui informare il pubblico, cittadini, istituzioni, media e mondo scientifico, sui vari temi della ricerca biomedica.

La prima iniziativa proposta è una raccolta di firme alla lettera aperta alla Comunità Europea per impedire l’entrata in vigore delle norme ultra-restrittive sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici. Le norme sono state “congelate" fino al 2017, ma senza un’ intensa attività di lobbying si rischia che vengano tramutate in legge, andando incontro, tra l’altro, ad un’infrazione della Comunità Europea.

E’ quindi molto importante mettere la propria firma sulla lettera di Research4life alla Commissione Europea: è lecito pretendere che i ricercatori italiani siano considerati come i loro pari in Europa e che possano continuare a lavorare rispettando la recente direttiva 63/2010/UE (correttamente recepita nella maggioranza degli Stati Membri, ma non in Italia) sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici.

Sul sito Research4life sono disponibili tutte le informazioni e inoltre si può dare la propria firma alla petizione andando al link http://www.research4life.it/campagne/la-ricerca-e-vita-firma-la-lettera-alla-commissione-europea-per-garantire-il-progresso-scientifico-e-la-tutela-della-salute-in-italia/.

 La Redazione

Ultimo inserimento: 28/7/2015

Inserito da Anna Roberto il Lun, 27/07/2015 - 09:49