Il VII Rapporto annuale sulle politiche della cronicità

Il Cnamc di Cittadinanzattiva, Coordinamento Nazionale Associazioni Malati Cronici ha presentato a Roma il 21 giugno scorso il VII Rapporto annuale sulle politiche della cronicità. Il rapporto è frutto dei contributi forniti dalle varie organizzazioni di cittadini e contribuisce a fornire un monitoraggio fatto dai cittadini sullo stato dei servizi, del loro utilizzo, delle modalità e dei tempi. La fotografia che ne risulta non è letta come un semplice sondaggio ma con lo sguardo e l’attenzione verso le politiche rivolte alla cronicità e il loro conseguente impatto con i cittadini che ne sono affetti.

E’ l’attenzione che Cittadinanzattiva ed il Coordinamento Cnamc rivolge allo sviluppo di politiche in favore della cronicità per favorire un maggior coinvolgimento e partecipazione delle associazioni di pazienti all’individuazione, implementazione e controllo delle politiche stesse.

Questo VII rapporto mette in luce il grado di attenzione alla tutela dei diritti attraverso la chiave di lettura della cronicità. Il rapporto è così composto:

  • introduzione con analisi del contesto attuale italiano sulla diffusione di patologie croniche;
  • approfondimento del concetto e del modello di cronicità per la determinazione/selezione delle patologie e definizione della metodologia;
  • metodologia adottata nella ricognizione;
  • analisi dei 14 diritti della Carta Europea dei diritti del malato;
  • immigrazione e cronicità: elementi principali di ineguaglianza socio-sanitaria;
  • conclusioni e priorità politiche.

Nel rapporto sono inoltre consultabili l’elenco delle associazioni consultate e le tabelle contenenti i principali dati per Regione relativi agli indicatori utilizzati.

E' inoltre disponibile una nota breve sul rapporto (scarica il pdf ).

Franco Bernardi
Cittadinanzattiva Cnamc Treviso

Inserito da redazione il Mar, 17/07/2007 - 16:53