I programmi di prevenzione per bambini aggressivi migliorano il comportamento

Mytton J et al. School-based secondary prevention programmes for preventing violence. The Cochrane Database of systematic reviews 2006, Issue 3.

Un atteggiamento aggressivo nei bambini e negli adolescenti è un problema serio e un comportamento violento in giovane età è fortemente correlato allo sviluppo di una condotta criminale e di una salute più precaria da adulti.
Una revisione sistematica Cochrane che raccoglie i risultati di oltre 50 studi diversi mostra che, se la scuola offre programmi mirati specificamente agli studenti a rischio, può ottenere dei benefici reali.
Le strategie di intervento che mirano a mitigare il comportamento violento negli studenti possono essere indirizzate a tutta la scuola o a una singola classe o anche ai singoli studenti che hanno un comportamento aggressivo. Si ratta di un approccio noto come «prevenzione secondaria».
Un gruppo di autori di revisioni Cochrane ha valutato l’efficacia di un programma di prevenzione secondaria offerto dalle scuole secondarie. Hanno trovato che interventi strutturati per insegnare agli studenti a non rispondere a situazioni di provocazione possono produrre dei benefici.
«Tra i programmi più utili c’erano quelli che insegnavano ai bambini come andare più d’accordo con gli altri. Questi includevano l’apprendimento di capacità come ascoltare, pensare ai sentimenti degli altri, collaborare con gli altri e imparare ad essere decisi senza per questo essere aggressivi», afferma l’autore principale della revisione Julie Mytton, della University of the West of England, Bristol, UK.
I programmi erano ugualmente efficaci sia per i ragazzi più grandi sia per quelli più piccoli, sia per gruppi di soli maschi che per quelli misti.

Inserito da redazione il Gio, 24/05/2007 - 09:48