La statistica spiegata attraverso la danza (Video 2)

Spiegare la statistica non è mai facile e vedete cosa si è inventata una società britannica di psicologia (The british psychological society): la statistica spiegata attraverso la danza. Al momento sono tre gli argomenti presentati ed è possibile visualizzare questi video su YouTube.

Di seguito viene presentata la traduzione del secondo video e cioè quello che affronta un complesso concetto come quello della “Correlazione”. Per essa si intende una relazione tra due variabili statistiche ed in particolare la tendenza di una variabile a variare in funzione di un'altra. Anche questo secondo video rende il concetto più semplice grazie alla danza.

Video 2. La Correlazione http://www.youtube.com/watch?v=VFjaBh12C6s&list=PLIk44Hl9hyhg_VtG-wz-M_srlBVQIjuIY&index=3

A volte è utile esaminare se vi sia una relazione tra due variabili.
In questa danza, i ballerini rossi sono una variabile e le ballerine nere un'altra variabile.
Guardate il primo ballo, cosa si può notare sulle due variabili?

I cambiamenti nei movimenti delle due variabili sono simultanei e come una variabile cambia l'altra nello stesso modo.
Quando i cambiamenti in una variabile corrispondono a cambiamenti simili in un'altra variabile si ha una correlazione positiva.

Questo è rappresentato da un coefficiente di correlazione, r, che ha un valore positivo fino ad un massimo di 1.

Che cosa si nota circa la tempistica dei movimenti nelle due variabili?

I cambiamenti sono avvenuti nello stesso momento, ma una variabile non ha causato cambiamenti nell'altra.
Una correlazione non implica causalità ma misura semplicemente le variazioni nelle variabili che si verificano insieme.

C'è una relazione tra la variabile rossa e nera in questa danza?

I movimenti dei ballerini neri non corrispondono affatto con quelli dei ballerini rossi.
Questo mostra una correlazione pari a zero e cioè le variazioni di una variabile non hanno alcuna relazione con i cambiamenti nell'altra variabile.

Guarda questa danza finale, c'è una relazione tra le variabili?

I movimenti dei ballerini neri corrispondono a quelli delle ballerine rosse in modi opposti (veloce vs lenti, pesanti contro leggeri e “movimenti riflessi”).

Quando i cambiamenti in una variabile corrispondono a variazioni di segno opposto in un’altra si ha una correlazione negativa.
Questo è rappresentato da un coefficiente di correlazione, r, che ha un valore negativo fino ad un massimo di -1.

Ricapitolando:
- Il coefficiente di correlazione quantifica la relazione tra due variabili.
- Può essere positivo, negativo o zero (cioè, nessuna relazione).
- Solo perché due cose sono correlate non significa che una ha causato l'altra.
- La dimensione del coefficiente di correlazione ci dice la forza della relazione tra due variabili.

 

Ultimo aggiornamento: 31/10/2014

Inserito da Anna Roberto il Ven, 31/10/2014 - 12:44