Verso la rivoluzione con il British Medical Journal

Qualche tempo fa, abbiamo pubblicato sul sito una nota dal titolo “Il British Medical Journal lancia un appello per la rivoluzione(http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/2004)” che si rifaceva ad un significativo editoriale pubblicato dalla importante rivista medica inglese British Medical Journal.

A distanza di qualche mese, come promesso, qualcosa si muove.

A raccontarlo sulla rivista, Fiona Godlee, una degli editor della rivista (http://www.bmj.com/content/348/bmj.g1209). Si è infatti svolto il primo incontro che apre la strada alla presenza di cittadini e pazienti nel percorso di “revisione alla pari” degli articoli da pubblicare. Ma non solo: questa apertura si allargherà con altre idee mirate a realizzare quel partnership tra chi cura e cittadini e pazienti che porterà veramente ad una rivoluzione culturale nel mondo della salute assolutamente necessaria.

Bene, bravi, anzi bravissimi.

Fiona Godlee ha le idee chiare e una strada in mente ben tracciata, così è parso anche a Napoli, durante il suo incontro al convegno dell’Associazione Alessandro Liberati (http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/2036).

Da questo sito e con il progetto PartecipaSalute, abbiamo in questi anni seminato tante idee, molte delle quali cresciute e sviluppatesi. Stiamo seguendo e percorrendo una strada comune nel cercare di avere quella idea di alleanza strategica sulla quale il progetto PartecipaSalute si è sviluppato.

 

Paola Mosconi, Anna Roberto
IRCCS-Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri, Milano

Per saperne di più:
- Il British Medical Journal lancia un appello per la rivoluzione
- Tra uguali non c’è bisogno di fare la rivoluzione
- La ricerca clinica chiede trasparenza

 

Ultimo aggiornamento: 18/02/2014

 

Inserito da Anna Roberto il Mar, 18/02/2014 - 19:04