L’eczema non migliora con l’olio di enotera

Bamford JTM, Ray S, Musekiwa A, van Gool C, Humphreys R, Ernst E. Oral evening primrose oil and borage oil for eczema. Cochrane Database of Systematic Reviews 2013, Issue 4. Art. No.: CD004416. DOI: 10.1002/14651858.CD004416.pub2 URL Upon publication: http://doi.wiley.com/10.1002/14651858.CD004416.pub2

I benefici dell’olio di enotera e dell’olio di borragine sull’eczema sono molto piccoli, se non nulli, rispetto al placebo. E’ quanto concludono gli autori di una recente revisione sistematica pubblicata sulla Cochrane Library, che sottolineano: “ulteriori studi su queste terapie complementari sarebbero difficili da giustificare”.

L’eczema atopico, noto anche come dermatite atopica, è una condizione della pelle che dà prurito con nessuna cura conosciuta. Solitamente si manifesta durante l'infanzia e colpisce circa il 10-20% dei bambini in età scolare, che possono soffrire di pelle arrossata, tesa, dolorosa, notti insonni e bassa autostima a causa dell’aspetto, del prurito e dei graffi. Per circa il 60% delle persone, la malattia migliorerà o sparirà con l'età adulta. Creme, unguenti, additivi per il bagno, steroidi topici e antistaminici sono alcuni dei trattamenti prescritti per alleviare la condizione. Tuttavia, le persone spesso usano terapie complementari, come l’olio di enotera e olio di borragine, nella convinzione che evitino gli effetti collaterali dei trattamenti convenzionali. Sia l’olio di enotera sia l’olio di borragine contengono elevate quantità di acido gamma linoleico, che un tempo si pensava svolgesse un ruolo nel ridurre l'infiammazione della pelle in caso di eczema.

I ricercatori hanno analizzato i benefici e gli effetti collaterali dell’olio di enotera e dell’olio di borragine in 27 studi condotti su oltre di 1.500 persone (adulti e bambini) in 27 paesi. I partecipanti hanno preso l’olio di enotera o l’olio di borragine, o un placebo, per un periodo tra le 3 e le 24 settimane. Nel complesso, l'assunzione di olio di enotera o di borragine non ha migliorato i sintomi dell’eczema rispetto al placebo, che consisteva in olio di oliva o di paraffina. Non è stato mostrato inoltre alcun miglioramento nella qualità della vita con le terapie complementari, anche se questo aspetto è stato considerato da due soli studi .

“Le prove scientifiche disponibili mostrano che assumere olio di enotera o di borragine non è di beneficio per chi soffre di eczema,” commenta Joel Bamford, ricercatore presso l’Università del Minnesota, Medical School and Essentia Health System negli Stati Uniti. “Data la forza delle prove e delle conclusioni della nostra revisione, pensiamo che ulteriori studi sull'uso di queste terapie complementari per trattare l'eczema non siano giustificabili.”

Alcuni partecipanti agli studi hanno avvertito lievi effetti collaterali come mal di testa e disturbi di stomaco o diarrea, come anche durante il trattamento con placebo. Tuttavia, nessuno degli studi selezionati valutano o menzionano gli effetti come sanguinamento o anti-coagulazione, che sono stati precedentemente associati all’olio di enotera. “I consumatori devono essere avvertiti che l'olio di enotera assunto per via orale è indicato come causa nota di aumentato sanguinamento per coloro che assumono la warfarina, farmaco anticoagulante molto comune”, concude Bamford.

 

 

Ultimo aggiornamento: 08/05/2013

Inserito da Anna Roberto il Mer, 08/05/2013 - 18:18