Revisioni Cochrane: ecco le novità

Da questo mese riprendono su PartecipaSalute le attività collaborative con il Centro Cochrane Italiano, partner del progetto. Tra queste la rubrica di traduzione in lingua italiana, e in facile linguaggio divulgativo, dei comunicati stampa delle revisioni Cochrane. Queste vengono tradotte e pubblicate grazie all’attività di un gruppo di lavoro cui fanno parte Cinzia Colombo, Rita Banzi, Anna Roberto, Elena Parmelli, Sara Balduzzi cui si aggiungono Paola Mosconi e Roberto D’Amico.

Oltre a questa rubrica mensile su PartecipaSalute, riprende il servizio di segnalazione della pubblicazione delle nuove revisioni ad un indirizzario di giornalisti allo scopo di migliorare la divulgazione di informazioni basatie su prove scientifiche e revisioni sistematiche.

Ricordiamo che il Centro Cochrane Italiano è stato fondato da Alessandro Liberati (http://www.partecipasalute.it/cms_2/node/1814) con lo scopo di promuovere in Italia, e nei paesi dell’Europa meridionale, le attività della Cochrane Collaboration. Il centro è stato attivo per molti anni presso l'Istituto Mario Negri di Milano, con il quale ha condiviso gli obiettivi scientifici e l'impegno per una medicina al servizio dei pazienti e dei cittadini, come il progetto PartecipaSalute.

A partire dal 2012 il Centro Cochrane Italiano è ospitato all'interno della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia ed è diretto da Roberto D’Amico, la cui ufficializzazione è avvenuta a Parigi in occasione della riunione annuale dei direttori dei centri Cochrane Internazionali. Roberto D’Amico è affiancato da: Cinzia Del Giovane, Sara Balduzzi, Roberto Vicini ed Elena Parmelli, mentre Christine Kieran supporta le attività di coordinamento e i contatti con l'estero.

Fanno parte del Network Cochrane Italiano le entità: • Drugs and Alcohol Group con sede presso il Dipartimento di Epidemiologia ASL RM/E, Roma;• Multiple Sclerosis and Rare Disease of the Central Nervous System Groupcon sede presso l’Istituto Nazionale Neurologico “C. Besta”, Milano; • CochraneNeurological Field con sede presso il Osservatorio Epidemiologico Regione Umbria e • CochraneVaccines Field Servizio Sovrazonale di Epidemiologiacon sede presso ASL20, Alessandria.

Il Centro Cochrane Italiano aderisce alle finalità generali della The Cochrane Collaboration e, insieme agli altri 13 centri presenti in Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Olanda, Iberoamerican, Nordic, Sud Africa, Sud Asia, UK, USA, opera per portare a conoscenza di tutti gli operatori sanitari le attività della The Cochrane Collaboration. In questo contesto il Centro Cochrane Italiano offre assistenza tecnica e metodologica agli operatori sanitari italiani. Maggiori informazioni sul sito: http://www.cochrane.it/it

Inserito da Anna Roberto il Gio, 12/07/2012 - 10:18