Toscana: dall'Accademia al gruppo GART

Nell’anno 2009-10 è stato organizzato dalla Regione Toscana, in collaborazione con l’Istituto Mario Negri di Milano, il corso di formazione “Accademia del Cittadino” rivolto a persone appartenenti ad associazioni di pazienti e di tutela.

Il corso, residenziale, si è sviluppato in cinque sessioni di due giorni ciascuna sviluppando molteplici temi riguardanti la sanità. I partecipanti della Toscana sono stati circa una ventina.

Stimolati dall’interesse per gli argomenti trattati e dalla possibilità di scambiarsi esperienze, idee e opinioni, il gruppo toscano, quasi al completo, si è ritrovato, dopo la fine del corso, per discutere in che modo poter incidere sul miglioramento della sanità in Toscana non più solo come volontari delle singole associazioni di appartenenza, ma come gruppo di “cittadini esperti” con un valore aggiunto: quell’attenzione e quella sensibilità verso la quale la nostra storia personale ci ha orientato. Con questo spirito avevamo intenzione di offrire le competenze acquisite all’Assessorato delle politiche socio-sanitarie della Regione Toscana.

Gli incontri sono stati molti, a scadenza mensile, per un anno e mezzo. L’ Assessorato ci ha offerto la sede. Naturalmente il gruppo si è ridotto di numero col passare del tempo, per mille ragioni, non ultima la difficoltà logistica per chi abitava fuori Firenze, ma è rimasto un grosso nucleo di base. Ci siamo dati anche un nome: GART - Gruppo Accademia del cittadino Regione Toscana - e un regolamento.

Finalmente la Regione Toscana ci ha riconosciuto ufficialmente con un’apposita delibera e nel box riportiamo la parte essenziale.

Noi crediamo che un servizio pubblico, massimamente il servizio sanitario, non possa essere demandato esclusivamente alla eventuale valenza dei “tecnici” che lo formano. Necessita in modo determinante della partecipazione dei cittadini; non di vuota partecipazione assembleare o di categoria, ma di cittadini esperti del settore. Ci auguriamo che questa esperienza, che ci vede proiettati a un futuro di lavoro, sia di testimonianza per altre regioni.

Conoscenza è libertà e libertà è partecipazione. La democrazia non viene data ma si conquista. E non è una bacchetta magica. Solo un lungo lavoro.

Gruppo GART
gart.accademia@gmail.com

Box. LA GIUNTA REGIONALE TOSCANA
DELIBERA
1) di costituire il Gruppo dell’Accademia del Cittadino della Regione Toscana (GART), secondo i seguenti criteri:
- fanno parte del GART i cittadini che hanno partecipato al corso di formazione l’Accademia del cittadino organizzato nel 2009/2010, previa manifestazione di disponibilità;
- potranno fare parte del GART i cittadini che verranno formati con analoghi programmi di formazione, sempre previa manifestazione di disponibilità;
- il GART fa riferimento al Settore Qualità dei servizi e Partecipazione del cittadino ed il suo coordinamento è demandato al Dirigente o suo delegato del settore predetto;
2) di stabilire che il GART garantisce le seguenti funzioni:
- supporto alle attività di formazione di cittadini informati e competenti;
- supporto alle iniziative del Settore Qualità dei servizi e partecipazione del cittadino;
- partecipazione a gruppi di lavoro su temi specifici;
- supporto alle attività del Centro regionale per la gestione del Rischio clinico e sicurezza del paziente, tra le quali la partecipazione agli audit per eventi significativi e alle visite nelle aziende sanitarie del gruppo itinerante per la sicurezza del paziente (patient safety walkaround);
-collaborazione alle attività regionali inerenti le iniziative dell’OMS collegate alle tematiche della Global alliance of patient for patient safety;
3) di prevedere il seguente raccordo con il FORUM permanente per la salute di cui alla DGR n.1075/2001:
- due rappresentanti del GART fanno parte del Forum;
- il Forum può designare per la partecipazione a Comitati/commissioni anche membri del GART.

AllegatoDimensione
DeliberaGR 46_2012.pdf20.96 KB
Inserito da Anna Roberto il Mar, 28/02/2012 - 18:50