Liberalizzare i farmaci di fascia C?

 

Il Governo propone di liberalizzare i farmaci di fascia C con l’idea di renderli disponibili al di fuori delle farmacie, ritenendo che ciò rappresenti un vantaggio. Questi farmaci sono prodotti che non vengono rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale e sono considerati di scarsa utilità. 

I vantaggi di questa proposta del Governo sarebbero rappresentati dalla facilità di acquisto da parte dei consumatori ma soprattutto più punti vendita potrebbero determinare una maggiore concorrenza sui prezzi ed anche una maggiore occupazione, infatti, anche in un centro commerciale, per la vendita di farmaci è sempre richiesta la figura di un farmacista professionista. I proprietari delle farmacie si ribellano cercando di difendere i loro interessi.

Leggi l’articolo di Silvio Garattini pubblicato sulla rivista Oggi – RCS Periodici.

 

Laboratorio di ricerca per il coinvolgimento dei cittadini in sanità
Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

 

Ultimo aggiornamento 3/2/2012

AllegatoDimensione
Liberalizzare i farmaci di fascia C_SG.pdf89.72 KB
Inserito da Anna Roberto il Ven, 03/02/2012 - 11:02