Studi profit o no-profit?

Il Comitato Etico dell’Azienda USL di Bologna invita a riflettere sugli studi no-profit dopo sei anni dall’entrata in vigore del Decreto Ministeriale del 17 Dicembre 2004, partendo dalla loro esperienza diretta. L’articolo, pubblicato sull’ultimo numero di Dialogo sui Farmaci, analizza e commenta l’andamento della ricerca no-profit sulla base dei dati disponibili del Comitato Etico dell’AUSL di Bologna, dei dati della Regione Emilia-Romagna e dell’Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali dell’AIFA (OsSC).

Dall’analisi emerge un notevole aumento delle sperimentazioni no-profit, tuttavia alcune caratteristiche di questi studi pongono ragionevoli interrogativi sulla reale natura no-profit della maggioranza degli studi dichiarati tali.

Lo stesso Comitato Etico conclude l’articolo proponendo alcuni possibili cambiamenti da apportare alle norme vigenti proprio in previsione di un aggiornamento della normativa di riferimento dei Comitati Etici.

AllegatoDimensione
Comitati etici al bivio_Dialogo sui Farmaci.pdf2.43 MB
Inserito da Anna Roberto il Mer, 18/01/2012 - 18:08