Attenti (o no) ai bassi livelli di testosterone….

In Canada si assiste alla vendita di una malattia mediante la pubblicità scorretta di una casa farmaceutica pubblicata sul Globe and Mail, un giornale nazionale canadese. La pubblicità invita gli uomini ad informarsi sulla riduzione del tasso di testosterone perché potrebbero soffrirne. La questione è stata segnalata in un articolo sul BMJ scritto da Barbara Kermode-Scott. Il basso livello di testosterone viene trattata come una malattia e pare che colpisca un milione e settecentomila canadesi ultraquarantacinquenni. (Un altro caso di disease mongering?)

È stato un gruppo di medici canadesi a segnalare l’abuso da parte della casa farmaceutica per via del contenuto della pubblicità scientificamente scorretto. La pubblicità suggerisce di visitare un sito che chiarisce che cos’è il basso livello di testosterone senza riportare i risultati di uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine dal quale emerge che tra i pazienti trattati con il gel al testosterone aumentavano gli eventi cardiovascolari.

Per saperne di più, leggi “Una bella spalmatina di testosterone” di Danilo Di Diodoro, responsabile dell'Informazione scientifica applicata dell’Area Governo Clinico dell’Azienda Usl di Bologna che ha segnalato questo caso sul BlogScire.

Inserito da Anna Roberto il Mer, 07/09/2011 - 15:11