La tossina botulinica non cura il comune mal di collo

Full citation: Langevin P, Peloso PMJ, Lowcock J, Nolan M,Weber J, Gross A, Roberts J, Goldsmith CH, Graham N, Burnie SJ, Haines T. Botulinum toxin for subacute/chronic neck pain. Cochrane Database of Systematic Reviews 2011, Issue 7. Art.No.: CD008626. DOI: 10.1002/14651858.CD008626.pub2

Non ci sono prove scientifiche che le iniezioni di tossina botulinica riducano il dolore del collo cronico o associato a mal di testa, secondo un gruppo di ricercatori che ha revisionato 9 studi che coinvolgono 503 partecipanti. I risultati di questa revisione sono pubblicati sull’ultimo numero della Cochrane Library.

La tossina botulinica agisce bloccando temporaneamente la contrazione muscolare e riducendo di conseguenza la tensione o gli spasmi muscolari. È molto conosciuta per essere utilizzata nei trattamenti cosmetici, sono infatti commercialmente disponibili prodotti utilizzati per ridurre le rughe. Gli effetti di un’iniezione durano da tre a otto giorni e potrebbero durare fino a quattro mesi. Quando gli effetti svaniscono, le iniezioni possono essere ripetute.

L’iniezione anche di un piccolo volume di tossina non è libera da rischi: i pazienti potrebbero manifestare tensione muscolare o dolore, debolezza, o un generale senso di malessere. Pochi hanno manifestato reazioni anafilattiche, e in alcuni casi sono stati riportati effetti gravi come la morte.

“È importante considerare le prove scientifiche riportate dagli studi clinici per assicurarsi che un trattamento sia più efficace del placebo, soprattutto quando il trattamento ha effetti collaterali” afferma il portavoce dello studio, Paul Michael Peloso, direttore della ricerca clinica presso la Merck, in New Jersey.

Alcuni studi confrontano gli effetti delle iniezioni di tossina e di placebo - per esempio di soluzione salina -  in due gruppi differenti di pazienti con dolore al collo. I ricercatori non hanno osservato alcuna differenza tra i due gruppi, sia dopo quattro settimane, sia dopo sei mesi. Allo stesso modo l’aggiunta della tossina botulinica alla fisioterapia non è più efficace rispetto all’aggiunta di un anestetico o di soluzione salina.

“È possibile che la tossina botulinica dia alcuni benefici che non sono stati invece valutati negli studi, o che possa portare benefici per particolari forme di dolore al collo, ma sono necessari ulteriori studi specifici per poter valutare questi effetti” afferma Peloso.

“Sulla base delle prove disponibili non abbiamo motivazioni per supportare l’uso della tossina come terapia indipendente per il dolore al collo, e suggeriamo che i ricercatori considerino studi futuri per chiarire se la dose da somministrare può essere ottimizzata per questo disturbo” conclude Peloso. I ricercatori invitano a condurre studi su altri aspetti oltre al dolore, come per esempio la funzione, per valutare tutti gli eventuali benefici della tossina botulinica.

Inserito da Valentina Pecoraro il Mer, 06/07/2011 - 10:48