RACECADOTRIL - Trattamento della diarrea

Racecadotril è un nuovo farmaco per il trattamento dei sintomi della diarrea, che agisce in maniera differente da loperamide, l'antidiarroico maggiormente utilizzato finora, e rispetto al quale causa una minor stitichezza alla sospensione della terapia. Potrebbe rivelarsi una buona alternativa a loperamide negli adulti, ma al momento gli studi condotti non hanno valutato aspetti importanti come la riduzione della mortalità o dell'ospedalizzazione legati alla diarrea, non permettendo di trarre solide conclusioni. A livello pediatrico, dove peraltro loperamide è controindicata, sono necessari ulteriori studi poiché i dati sono limitati e riguardano prevalentemente bambini ricoverati in ospedale, rendendo difficile la trasferibilità dei risultati in un contesto diverso, come quello territoriale.

Patologia

Le infezioni a livello gastroenterico con diarrea rappresentano una delle principali cause di mortalità, soprattutto nei bambini e nei Paesi in via di sviluppo. La prima misura da adottare in un paziente con diarrea acuta è la reidratazione con soluzioni orali. La terapia per il sollievo dei sintomi invece, quando necessaria, prevede l'utilizzo di farmaci che agiscono sulla motilità intestinale come la loperamide, indicata però solo negli adulti, mentre ne è controindicato l'impiego nei bambini per motivi di sicurezza. L'uso dei probiotici sembra utile, ma sono necessari altri studi di conferma.

Racecadotril è il primo farmaco a ridurre le secrezioni di liquidi con le feci agendo a livello di un enzima presente sulle pareti dell'intestino tenue.

Indicazioni

  • Granulato per sospensione orale: trattamento dei sintomi della diarrea acuta in bambini di età superiore ai 3 mesi, da affiancare alla reidratazione orale e ai consueti rimedi coadiuvanti qualora da soli siano insufficienti.
  • Capsule rigide: trattamento dei sintomi della diarrea acuta negli adulti.

Modalità d'impiego

  • Bambini: 1,5 mg/kg per somministrazione, tre volte al giorno fino a un massimo di 7 giorni.
  • Adulti: 100 mg al giorno e successivamente 300 mg al giorno, fino a un massimo di 7 giorni.

Efficacia

  • Adulti
    I dati sull'efficacia e la sicurezza di racecadotril nella popolazione adulta derivano complessivamente da 7 studi in cui il farmaco è stato valutato sia rispetto a placebo che confrontato con loperamide. Da questi studi, il più numeroso dei quali è stato condotto su 945 pazienti in Paesi in via di sviluppo, è emersa una efficacia simile a loperamide in termini di durata della diarrea, dolore addominale e numero di scariche giornaliere. Anche negli studi condotti in Occidente (Francia) il numero di scariche è risultato sovrapponibile a loperamide.
  • Bambini
    I dati su 573 bambini derivano da studi prevalentemente svolti in Francia e condotti per la maggior parte su bambini ospedalizzati; solo uno studio, su 135 bambini, è stato condotto in Paesi in via di sviluppo. Non era noto lo stato di idratazione dei pazienti e quindi quanta soluzione idratante fosse stata utilizzata prima della somministrazione del farmaco, ma i dati concludono che il farmaco, rispetto al placebo, riduce il quantitativo di feci espulse e la durata della diarrea di quasi due giorni. Un altro piccolo studio che ha confrontato il nuovo farmaco con loperamide, ha concluso che i due trattamenti sono sovrapponibili per quanto riguarda la riduzione della durata della diarrea e delle scariche giornaliere.

Effetti avversi

Il farmaco sembra essere complessivamente ben tollerato e l'unico effetto avverso più frequente con racecadotril rispetto a loperamide è il mal di testa (2,1% con racecadotril e 0,12% con loperamide). Il dolore addominale e l'insorgenza di costipazione alla sospensione della terapia sono invece stati più comuni tra i trattati con loperamide. A livello pediatrico, inoltre, sono stati riportati anche casi di nausea, vertigini, febbre lieve, ma con una frequenza sovrapponibile a quella riportata tra i trattati con placebo.

Costo

Il trattamento giornaliero degli adulti con racecadotril risulta più caro di 0,60 € rispetto a loperamide se si considera la dose massima consigliata di 8 compresse al giorno.

Una busta di granulato per bambini, sia da 10 mg (adatta per un bambino di circa 6,5 kg), che di 30 mg (adatta per un peso di circa 20 kg) ha un prezzo di 0,75 €, per un costo giornaliero di circa 2,25 €.

 

a cura della Redazione di Dialogo sui farmaci

Ultimo aggiornamento 2/7/2010

Inserito da Silvia Conte il Ven, 02/07/2010 - 13:04