L’efficacia della chirurgia nel reflusso gastro-esofageo grave

 

Una nuova revisione Cochrane riporta come alcune tecniche chirurgiche quali la fundoplicatio gastrica (plastica antireflusso) potrebbero essere più efficaci dei comuni antiacidi nel trattamento del reflusso gastro-esofageo grave. La revisione mostra infatti un più pronunciato miglioramento dei sintomi dopo la chirurgia rispetto al trattamento farmacologico.

Il reflusso gastro-esofageo è un disturbo cronico piuttosto comune: il reflusso di acido cloridrico dallo stomaco causa bruciore, rigurgito acido, vomito e difficoltà nella deglutizione. Il primo approccio al trattamento di questo disturbo prevede la modificazione della dieta e l'utilizzo di farmaci che riducono la secrezione acida. Tuttavia nei casi più gravi si può ricorrere ad un intervento di chirurgia mini-invasiva (fundoplicatio) che consiste nell'avvolgere una parte dello stomaco intorno alla parte più bassa dell'esofago. La revisione sistematica Cochrane si è interrogata sull'efficacia di questo procedimento chirurgico rispetto alla terapia farmacologica.

I revisori hanno analizzato i dati provenienti da 4 sperimentazioni cliniche, che hanno coinvolto in totale 1232 pazienti. Dopo un anno dall'intervento, la chirurgia effettuata con tecniche mini-invasive si è dimostrata molto efficace nel ridurre i sintomi del reflusso gastro-esofageo. Rimangono però incerti i benefici a lungo termine dell'approccio chirurgico.

"Sono disponibili prove scientifiche a supporto della maggiore efficacia della chirurgia rispetto alla terapia con i farmaci antiacidi nel trattamento del reflusso gastro-esofageo grave" afferma il capo ricercatore Samantha Wileman dell'Università di Aberdeen nel Regno Unito. "La chirurgia non comporta rischi importanti, ma non si conoscono ancora gli effetti a lungo termine".

"Storicamente il trattamento chirurgico del reflusso gastro-esofageo portava a benefici transitori, che non duravano nel tempo. Per questo servono studi clinici che valutino l'efficacia a lungo termine di queste nuove tecniche chirurgiche mini-invasive" afferma Wileman. "Inoltre sarebbe importante studiare e confrontare le implicazioni cliniche ed economiche della terapia farmacologica a lungo termine rispetto alla chirurgia".

Wileman SM, McCann S, Grant AM, Krukowski ZH, Bruce J. Medical versus surgical management for gastro-oesophageal reflux disease (GORD) in adults. Cochrane Database of Systematic Reviews 2010, Issue 3. Art. No.: CD003243. DOI: 10.1002/14651858.CD003243.pub2

Ultimo aggiornamento 17/3/2010

Inserito da redazione il Mer, 17/03/2010 - 18:35