BUONA LETTURA: Cecità clandestina

Un libro che racconta una storia di malattia, dominata dall'incertezza.

Un sintomo molto invalidante, una diagnosi, nessun perché, una terapia piena di incertezze. Ecco, questo da un giorno all’altro si trova ad affrontare Paola Emilia Cicerone, con una diagnosi di blefarospasmo, un problema neurologico che porta a “cecità funzionale”.

Paola fa la giornalista di scienza e medicina e vive leggendo, incontrando persone da intervistare, scrivendo al computer… il suo mondo cambia radicalmente. E attraverso il racconto del suo viaggio - tra esperienze positive e negative nel rapporto medico-paziente, trattamenti di incerta efficacia e cure complementari, il mettersi in discussione per cercare tutte le cause possibili - Paola conduce il lettore attraverso tutti i temi caldi della medicina moderna: dall’eccesso di trattamenti alle incertezze ancora da affrontare, dalla voglia di cercare “altre cure” all’essere un cittadino/paziente competente che vuole partecipare la sua storia di malattia.  

"... Non abbiamo mai avuto tanti strumenti per combattere le malattie, e non ci siamo mai sentiti tanto soli di fronte alla Medicina. E alle lusinghe di un mercato - quello dei farmaci e delle terapie - che sembra offrire soluzioni efficaci per ogni male, ma spesso non riesce a risolvere il nostro problema o quello dei nostri cari. Non è un caso che anche una voce della medicina ufficiale come il New England Journal of Medicine abbia di recente ricordato ai medici che è per loro indispensabile "imparare a vivere nell'incertezza", ricordando che accanto alla solidità confortante dei protocolli terapeutici e degli studi pubblicati ci sono i pazienti, con la loro storia e le loro scelte. Che meritano comunque attenzione e rispetto, perchè non è pensabile un'idea di salute che non tenga conto del punto di vista personale... Credo che dovremo imparare tutti che le scorciatoie non esistono, né per i medici né per i pazienti. Che la salute non è un bene che si acquista premendo un bottone, ma una strada da percorrere insieme".

Una bella e interessante lettura, che si allarga dal tema del caso specifico e ci porta a valutare quanto sia importante capire, decidere insieme e - perché no - affidarsi e fidarsi in una storia di malattia.

Paola Mosconi
IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri
Laboratorio di ricerca per il coinvolgimento dei cittadini in sanità
Dipartimento di Salute Pubblica

 

Referenze

Paola Emilia Cicerone
Cecità clandestina
Collana Medicina Narrativa 2017
Emmebi Edizioni Firenze

Ultimo aggiornamento 12 luglio 2017

Inserito da Anna Roberto il Mar, 11/07/2017 - 10:21